Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > Al via anche le storiche: due rally in uno da giovedý 20 Marzo si aprono le (...)

Al via anche le storiche: due rally in uno da giovedý 20 Marzo si aprono le iscrizioni

20.03.2008

Giovedì 20 marzo si aprono le iscrizioni al Rally 1000 Miglia, giunto alla trentaduesima edizione e valido sia per il Campionato Italiano sia per quello Europeo, articolati - ciascuno - su 10 gare.
L’anno scorso si allinearono al via centodieci equipaggi, oltre venti dei quali “prioritari” (i migliori piloti a livello nazionale ed internazionale). Il successo di partecipazione sarà presumibilmente ripetuto anche quest’anno, nonostante le difficoltà economiche che intersecano anche il mondo dell’automobilismo sportivo. Questa è almeno la previsione, peraltro realistica, degli organizzatori. Saranno presenti i più forti piloti nazionali e del continente a bordo delle N4 turbo da 300 cavalli (Subaru e Mitsubishi in testa) o delle Super 2000 aspirate a trazione integrale (Fiat Grande Punto e Peugeot 207 in primis). Secondo gli esperti il vincitore dovrebbe uscire da una di queste due categorie, pur non dimenticando le potenzialità delle Super 1600 e delle vetture di gruppo ‘’R’’, la novità della stagione.
Le ultime due edizioni del 1000 Miglia - invero con strade asciutte - furono appannaggio della Fiat: Andreucci - Andreussi nel 2006 e Basso - Dotta nel 2007. E’ possibile che Travaglia, quest’anno pilota ufficiale Fiat, faccia il tris. Ma in caso di pioggia le carte in tavola potrebbero cambiare… Il Rally 1000 Miglia, organizzato dall’Automobile Club di Brescia, si ripresenta agli sportivi a partire da giovedì 17 aprile per concludersi sabato 19 dopo tre intense giornate.
La formula è quella già positivamente collaudata negli anni passati: un prologo, ovvero la Prova Spettacolo sulla rinnovata pista dell’Autodromo di Franciacorta a Castrezzato (giovedì sera a partire dalle 19.30) e due giorni di gara per un totale di 15 Prove cronometrate che comporteranno circa 270 km di velocità pura nell’ambito di un percorso che si svilupperà - tra la Valle Sabbia ed il Lago di Garda - per circa un migliaio di chilometri complessivi. Direzione Gara, Sala Stampa e Parco Assistenza troveranno la loro sede logistica nei funzionali spazi del Centro Fiera del Garda a Montichiari. A sua volta la bella Piazza Santa Maria ospiterà sia la cerimonia di partenza sia quella La grande novità di quest’anno è che la corsa bresciana - dovunque apprezzata per contenuti tecnico-agonistici e per eccezionali livelli di sicurezza - si sdoppia, nel senso che oltre alla gara Tricolore ed a quella Europea avremo la possibilità di ammirare anche le vetture (da rally, beninteso) che furono protagoniste 25-30 anni orsono.
Vetture di nuovo in gara, a tutti gli effetti, nel primo Rally 1000 Miglia Storico, che andrà a sostituire l’esibizione-spettacolo delle All Stars delle ultime due edizioni. Attenzione: non sarà una passeggiata, ma una corsa vera e propria. Si tratta infatti di un Rally nel senso pieno del termine, seppure “accodato” alla competizione principale e dimezzato come numero di Prove Speciali da effettuare.
Giovedì pomeriggio, 17 aprile, le 40 vetture ammesse si sottoporranno alle verifiche tecniche per poi dirigersi a Castrezzato dove, sul circuito di Franciacorta, daranno vita alla Prova Spettacolo, esattamente come le macchine moderne che le seguiranno. Venerdì 18 invece partiranno dietro, ovvero in coda; ed effettueranno tutte le Prove previste dal 1000 Miglia solo in occasione del primo passaggio. La stessa cosa avverrà l’indomani, sabato 19. In totale 135 km di velocità pura, non una bazzecola. L’arrivo al Centro Fiera di Montichiari è previsto per le ore 14 circa.
Le macchine al via saranno quelle che hanno partecipato alle prime edizioni del 1000 Miglia negli anni Settanta, dalle A112 alle 131 Abarth, dalle Porsche alle Stratos. Non ci saranno purtroppo le possenti e spettacolari vetture di Gruppo B alle quali la FIA non ha ancora concesso la “fiche” di omologazione per i rally storici, temendo l’insorgere di ‘’repliche’’ o di “falsi” privi di ogni contenuto storico e sportivo. Insomma, niente Lancia 037 né Delta Integrali ma non per questo gli spettatori si divertiranno di meno: le All Stars si esibivano senza classifica, nel Rally storico si corre sul serio.
Ed è una differenza non da poco.